Le news di Travagliatocavalli

Travagliato: un nome, una garanzia – anche nel 2017!

Partiamo subito con l’impressione generale, ovviamente riferendoci agli attacchi:
E’ STATO UN SUCCESSO
!

La gara derby ha goduto dell’esperienza della passata edizione e si è svolta all’insegna della professionalità garantita da FISE. Il calo di presenze dei “big”, tutti contattati dalla solerte segreteria e tutti assenti con motivazioni inattaccabili, è stato controbilanciato dai “giovani talenti”, che hanno iniziato quest’anno un percorso di formazione e coinvolgimento al quale hanno risposto con tipico entusiasmo giovanile, mantenendo fede nel tempo all’impegno preso. Tutti bravi, tutti preparati, grazie soprattutto ai due Tecnici che più si sono calati nei panni di talent scout prima e in quelli di preparatori poi: Emilio Gamba e Alberto Tosi. Alla fine però sono stati ampiamente ripagati della fatica profusa con la soddisfazione dei risultati ottenuti, lasciandosi persino contagiare dall’euforia dei loro pupilli. La speranza è che possano presto andare ad ingrossare le fila degli “Azzurrini”, gli under 21 ormai lanciati nelle competizioni internazionali che stanno veramente crescendo agonisticamente, sviluppando tecnica, sangue freddo, calcolo, destrezza, consapevolezza e … tanta, tanta grinta!

 

Eccoli i partecipanti alla categoria “Ludica Travallino” con i Tecnici e il Referente FISE Lombardia, dott. Ajosa, sorridenti al termine della premiazione, durante la ricognizione del percorso con i Tecnici Emilio Gamba e Alberto Tosi e, in basso … “Ci hanno insegnato che per salutare bisogna chinare la testa: va bene così? Ha imparato persino il mio pony (che non perde l’occasione di assaggiare la verde erba di Travagliato)!”

 

Negli Under 14 alla fine è risultata vincitrice quella stessa Francesca Consolini che ormai da svariati anni è la piccola mattatrice degli attacchi nel galà di Travagliato. Non ha fatto eccezione neppure il 2017 che l’ha vista protagonista insieme alla sua fidata pariglietta di mini-pony Appaloosa.

 

Francesca Consolini durante il Galà, sul percorso di gara e, sorridente, con la fascia della vincitrice

 

A sua volta Andrea Pili ha effettuato con il suo nuovo pony una 2° manche spettacolare, velocissima e senza penalità, o, come si è soliti dire: “pennellata” alla perfezione! Bravi ragazzi: continuate a farvi onore!

 

Andrea Pili, superconcentrato, qui con il suo “vecchio” pony che tante soddisfazioni gli ha dato l’anno scorso ai Campionati Mondiali Giovani, dove ha sbaragliato tutta l’agguerrita concorrenza internazionale nella prova coni

 

Visto che siamo in tema di Junior, anche nella categoria Brevetti Senior questi ultimi non hanno avuto alcuna chance nei confronti delle due Junior over 14, Chiara Usuelli e Sara Bombelli. Non sarà un caso che ogni loro discesa in campo si traduca in una vittoria: forse essere seguiti assiduamente da un valente tecnico ha un suo ritorno!

Nella categoria 1° e 2° Grado Singoli, Cavalli e Pony, meritata vittoria di Emilio Gamba, unico percorso netto in entrambe le manche ed unico concorrente della categoria alla guida di un pony. In fondo la bravura dei mini allievi deve pur avere un modello a cui rifarsi!

 

Emilio Gamba, agonista, trainer, ma anche talent scout e animatore

 

Nelle Pariglie di pari grado si è imposto su tutti Ugo Cei, che all’indomani del passaggio da Brevetto a 1° Grado ha dimostrato tutta l’ambizione di affermarsi anche davanti a concorrenti con maggiore esperienza agonistica. Occorre comunque tener conto che i suoi due immediati inseguitori, Angelo Bianchi e Maurizio Morbis, avevano entrambi inserito nella propria pariglia un nuovo cavallo e questo comporta sicuramente un periodo più lungo per l’affiatamento.

 

Ugo Cei, vincitore della categoria Pariglie di 1°/2° Grado

 

Da sinistra Angelo Bianchi, Maurizio Morbis e Martino Zegna

 

A Travagliato porte aperte anche ai TPR: in alto Thomas Pedron, in basso Italo Bianciotto

 

Se la gara derby si è svolta secondo schemi conosciuti e collaudati, l’assoluta novità è stata presentata nell’intervallo tra una manche e l’altra.

Già proposta a livello embrionale l’anno scorso per la FieraCavalli di Verona, dove il progetto non ha trovato accoglienza, quest’anno la Segreteria di Travagliatocavalli nella persona di Valeria Nicolis si è strenuamente impegnata per organizzare in tempi brevissimi un’azzeccata gara di “Jump & Drive”. E’ una formula che già trova spazi all’estero, persino nello scenario prestigioso di Aachen, e che vede impegnate squadre di due elementi, un cavaliere di salto ostacoli ed un guidatore di attacchi, che portano a termine ciascuno un percorso a tempo. Il cavaliere, tagliato il traguardo, scende velocemente da cavallo affidandolo agli addetti e corre verso la carrozza sulla quale sale come secondo navigatore. Il conteggio delle penalità segue i rispettivi regolamenti e vince la squadra che termina la gara con il punteggio più basso (tempo impiegato dall’inizio del percorso montato fino alla fine del percorso attaccato + eventuali penalità trasformate in tempo).

 

Nicol Antonini, sei proprio sicura di essere nel campo giusto, con tutti quegli strani coni disseminati dovunque?

 

“Certo che ero nel campo giusto: eccomi infatti sulla carrozza del mio compagno di squadra, Maurizio Morbis, per la seconda parte del percorso”

 

Pur trattandosi di una gara a tutti gli effetti, questa formula ha molto divertito sia i partecipanti che gli spettatori e ben si inserisce nel contesto di un evento sportivo classico. Inoltre offre il pregio di avvicinare due mondi equestri che talvolta poco sanno l’uno dell’altro nonostante il comune denominatore sia lo stesso, ovvero il cavallo. Siamo quindi fiduciosi che questo primo tentativo avrà un seguito anche in altre manifestazioni.

Queste le parole di Valeria Nicolis a conclusione dell’impresa così estemporanea e così ben riuscita della gara “Jump & Drive”

“Travagliato 2017, GRAZIE al Mio Team Jump & Drive, tutti instancabili e sempre positivi! Ogni volta un’avventura vissuta fino in fondo con stomaco e cuore! Grazie agli sponsor che costantemente rendono le nostre premiazioni un momento unico e amato! W le giornate di sole! e le idee che diventano progetti e realtà!”

Altra novità che non poteva passare inosservata era l’aggirarsi ad ogni ora lungo i viali della fiera, sui campi di gara … e persino in carrozza, della nuova mascotte di Travagliatocavalli: TRAVALLINO.

 

TRAVALLINO, la nuova mascotte di TravagliatoCavalli: quale migliore occasione per ridiventare un po’ bambini. Al centro durante il Galà con Uriel Scarpellini e Andrea Zotti e in un’istantanea con Désirée e Maurizio Morbis. In basso gradito ospite sulla carrozza guidata da Chiara Bombelli

 

Si tratta di un affascinante personaggio animato nato da un progetto di comunicazione firmato dal giovane architetto travagliatese Gianni Naoni che è stato abbracciato da subito, con grande entusiasmo, dal Vice Sindaco dott.ssa Simona Tironi e dall’Amministratore Unico di AST dott. Ennio Marchetti.

L’idea è stata quella di dare uno slancio dinamico all’immagine della Fiera puntando su un simpaticissimo cavallo dal mantello baio, la criniera bionda e la spilla da “sceriffo della contea travagliatese”. Un magnifico costume, creato ad hoc grazie all’abilissima matita del fumettista Andrea Marchetti che lo ha reso dinamico su tanti fronti di comunicazione, sempre riconoscibile, unico e soprattutto interattivo con i grandi e, in particolare, i piccini. “L’obiettivo è quello di far diventare TRAVALLINO, da subito e con tanta energia propositiva, il punto di riferimento per l’immagine, l’accoglienza e il divertimento della Travagliatocavalli da oggi e per i prossimi cent’anni” riferiscono i responsabili dell’iniziativa.

Un ringraziamento va anche a

  • Roland Morat, giudice internazionale di Attacchi, che ha saputo affrontare con professionalità anche le incognite del “Jump & Drive”
  • Federica Pesenti della Romicitas per l’accattivante allestimento floreale
  • la pittrice Carlotta Ghisolfi, autrice di uno splendido quadro offerto in premio al vincitore della categoria 1°/2° Grado
  • Franco Cappelloni che con polso fermo ha gestito l’ingresso in campo dei concorrenti con precisione e fluido avvicendamento
  • Martina Chizzoli, abile speaker e preparatrice delle musiche, che i concorrenti avevano la possibilità di scegliere secondo i propri gusti, e che in coppia con Marco Grossi ha intrattenuto il pubblico in maniera vivace e professionale
  • Vania Lonardi, giudice di salto ostacoli, che ha collaborato in segreteria, e non solo quando in campo erano impegnati i cavalieri
  • Mauro Perucchini, costruttore di percorsi di salto ostacoli, che si è gentilmente prestato alla joint venture preparando il percorso per i cavalieri

 

In alto: l’ambito quadro di Carlotta Ghisolfi, l’allestimento floreale di Federica Pesenti Romicitas, l’aiuto speaker Marco Grossi. In basso il “buttadentro” Franco Cappelloni, Valeria Nicolis e Martina Chizzoli, il costruttore del percorso Gabriele Panier Suffat

 

Riportiamo ora qualche commento a caldo di personaggi che a vario titolo hanno portato al successo le manifestazioni legate agli attacchi in questa 39° edizione di Travagliatocavalli.

In primis la parola a Maria Baleri, l’indiscussa regina della fiera, quell’instancabile organizzatrice di cui si avverte la presenza ovunque … anche quando non c’è!

“Purtroppo gli impegni dei giorni di fiera non mi hanno permesso nemmeno quest’anno di vedere la gara di attacchi che so essere andata benissimo, ma – nelle mie corse in su e giù per la fiera, ho avuto modo di incontrare i driver che si stavano preparando e la loro gioia, il loro impegno, la loro voglia di mettercela tutta, mi hanno fatto capire che siamo nella direzione giusta.Travagliato è un palcoscenico straordinario per far crescere attività che molto spesso sono messe in un angolo e che gli Attacchi FISE stiano crescendo ce lo dimostra il fatto che sempre più giovani si affacciano a questa disciplina con ottimi risultati.Da parte mia non posso che esprime grande soddisfazione: il campo era bellissimo, i concorrenti numerosi e si respirava aria di festa e famiglia, pur nella professionalità di tutti.”

 

Maria Baleri, elegantissima, con il rustico sceriffo travagliatese TRAVALLINO

 

Positivo anche il commento del dott. Francesco Ajosa, referente attacchi per il Comitato Regionale Lombardo FISE, che ha sposato con entusiasmo il progetto “Jump & Drive” approvandone lo svolgimento in tempi record, a testimonianza del fatto che con la buona volontà e la costante disponibilità si riesce ad avere la meglio anche sulle proverbiali e sterili lungaggini burocratiche.

“Rispetto all’anno scorso minore il numero dei partecipanti al derby ma ottima l’organizzazione di segreteria e di campo con la conferma della professionalità ed esperienza raggiunta dal costruttore dei percorsi Gabriele Panier Suffat. Conferma dei risultati dell’ottimo lavoro fatto da Emilio Gamba ed Alberto Tosi con i giovani ed i giovanissimi. Quando le cose si fanno seriamente i risultati arrivano, basti guardare le classifiche. Carinissima ed apprezzata la “LUDICA TRAVALLINO”con sette partecipanti, che lasciano ben sperare, se continueranno sulla scia di quanto scritto sopra. Infine ottima, a parte Giovepluvio, la prova Jump & Drive. E’ la conferma che poteva essere applicata l’anno scorso, come da noi proposto, in Fiera Verona. Ma non è mai troppo tardi…! Tutto sommato bene anche quest’anno.”

 

L’istruttore Giuseppe Perin con le 3 allieve Giada Pavon, Ginevra Jesse e Alessandra De Luca che si sono lasciate convincere a partecipare alla gara di “Jump & Drive”

 

Ma quali sono state le impressioni della gara “Jump & Drive” nella quale sono stati catapultati alcuni cavalieri, ignari di quello a cui andavano incontro ma disponibili a cimentarsi in questa novità? Chiediamo a Giuseppe Perin, istruttore di equitazione operante in Friuli, che ha coinvolto tre delle sue allieve junior, Giada Pavon, Ginevra Jesse e Alessandra De Luca, quest’ultima addirittura risultata vincitrice in coppia con il driver Matteo Crimella. A tutto il team friulano un plauso alla correttezza per essersi poi fermati in tribuna fino alla fine di tutte le premiazioni della gara di attacchi, nonostante il maltempo.

“E’ stata veramente un’idea carinissima. All’inizio ho fatto un po’ fatica a convincere le mie ragazze, perché come tanti giovani di oggi hanno una predisposizione ad evitare l’ignoto, soprattutto per il timore di fare brutta figura. Poi bene o male, rincuorate anche dal rispettivo compagno di squadra che le ha tranquillizzate, mostrando una buona dose di professionalità e quindi di sicurezza, hanno rotto il ghiaccio salendo per la prima volta nella loro vita su una carrozza. Se non ci fosse stata questa occasione, forse non avrebbero mai gettato lo sguardo “oltre la siepe”, in questo mondo che, visto dall’interno, offre una visione di sport agonistico puro, lontano dal concetto di quello che poteva essere il calesse con cui il nonno percorreva sentieri di campagna. Alla fine quindi si sono sì impegnate, facendo la loro parte in modo esemplare sia sul percorso che nella lunga corsa a piedi per attraversare tutto il campo e raggiungere la carrozza in attesa ma si sono anche molto divertite. Come primo evento di questo genere il commento non può che essere positivo: ben organizzato, interessante, divertente e sempre all’insegna di uno sport corretto. Speriamo che a questo ne seguano degli altri, magari con un po’ di preparazione in più, sia per la parte psicologica che magari in campo prova.”

 

Roberto Raineri

 

Della partita anche l’istruttore di equitazione Antonio Todaro del cui team fa parte anche Roberto Raineri.  Questo il commento di Todaro.

“Una gara oltre che interessante anche molto divertente che ha avuto successo soprattutto grazie alla disponibilità di tutti, dei driver e dei cavalieri, ma anche del direttore di campo e dell’instancabile Valeria Nicolis a cui si deve la sapiente regia. Se ci sarà un’altra occasione, contattateci pure: sapendolo per tempo, noi ci saremo”.

 

A conclusione di una giornata di sano sport e divertimento possiamo solo dire: ARRIVEDERCI alla prossima edizione, più numerosi e motivati che mai!

 

Per le foto si ringraziano Valeria Nicolis, Gaetano Cucinotta, Lorenzo Marucco, Alessandro Tameni

 

Classifiche

 

» Torna all'elenco delle news

Torna all'inizio della pagina